Your browser does not support SVG
La prima risorsa online a 360° per il turismo nel Cilento

Castello di Capaccio


Tempo di percorrenza: 3 ore
Difficoltà: E - Escursionistico
Lunghezza: 4 km
Dislivello: 200 m

 

Seminascosto tra le rocce e la vegetazione del Monte Calpazio, i ruderi del castello omonimo dominano ampiamente la sottostante pianura di Paestum.


L'escursione è organizzabile in autonomia, senza bisogno di guide. Si parte da Capaccio Scalo arrivando in auto in direzione Capaccio (vecchia) raggiungendo il Santuario della Madonna del Granato. Si procede per via Crispi oltre il santuario e dopo circa 1km si arriva ad un abbeveratoio in cemento. Da qui parte il sentiero che porta al Castello, segnalato da un cartello.

 

Salire fin quassù significa accostarsi ad un pezzo della storia del Cilento, che ci riporta alla congiura dei Baroni contro il potente Federico II conclusasi tragicamente nel 1246. Ma vuol dire anche fermarsi estasiati davanti ad un panorama incantevole che si apre come un immenso anfiteatro dove la natura si interseca con la presenza umana, particolarmente evidente nei campi squadrati, nei centri abitati, nelle strade e nei canali che tagliano la piana pestana.


Da qui pochi temerari si involano con i loro deltaplani per scrutare il paesaggio, così come lo fanno gli uccelli che abitano le rupi di queste montagne.